ICONEMI 2015

PAESAGGI ABITATI
PROVE DI CITTA' E DI CITTADINANZA

Edizione speciale di ICONEMI Bg
per il Festival della Cultura di Bergamo 2015

A fronte della drammatica crisi economica che è contemporaneamente ambientale e sociale, nelle politiche di questo periodo l’agricoltura è uno strumento importante per rigenerare i luoghi, gli spazi pubblici, le  reti sociali, oltre che per dare vita a forme di economia resiliente.

L’agricoltura diventa strumento per riappropriarsi degli spazi dimenticati e dismessi, per produrre cibo sano, educazione ambientale e alimentare, rispetto del paesaggio, nuovi legami sociali.

Nella costruzione del territorio le persone sono fondamentali: il paesaggio è l’esito e l’interfaccia dell’abitare sociale

Il territorio bergamasco è ricco di esperienze che meritano di essere valorizzate e che costituiscono i nodi di una rete da ampliare e promuovere: davvero Bergamo potrebbe diventare un riferimento importante di buone pratiche da applicare per la rigenerazione del paesaggio agricolo di grande qualità che la caratterizza.

INTERVENTI
11 maggio ore 17.00 / FOOD RIGHT NOW / IL GHETTO HA FAME

Urban Center Bergamo
          
Saluti Istituzionali
Comune di Bergamo e Università degli Studi di Bergamo

FOOD RIGHT NOW
Gli orti comunitari come leva di cambiamento.
L’esperienza della cooperazione promossa dal Cesvi nel mondo.

Progetti di:
ricostruzione dell’economia agricola in Uganda, accesso alle risorse per
lo sviluppo rurale in Zimbabwe, tutela del territoio ad Haiti,
conservazione della foresta amazzonica in Perù, promozione
dell’autosufficienza alimentare in Libano, empowerment femminile in
Tajikistan, resilienza ai cambiamenti climatici in Myanmar, educazione e
diffusione delle conoscenze in Europa.
                           
Intervengono:
Giangi Milesi
Presidente Cesvi Fondazione Onlus
Dott. Enrico Baccioni
Responsabile di Area Cesvi  Fondazione Onlus


IL GHETTO HA FAME, ANZI MANGIA MALE
Agricoltura  e nuove pratiche per la rigenerazione delle aree urbane in crisi negli Stati Uniti.                
                           
Interviene:
Alessandro Coppola
Autore del libro Apocalypse Town / Coordinatore di Roma Resiliente

Coordina:
Arch. Maria Claudia Peretti

16 maggio ore 17.00 / PROVE DI CITTà e cittadinanza

Porta del Parco (Mozzo)

PROVE DI CITTA' E DI CITTADINANZA / DALLA TEORIA ALL’AZIONE. L’ESPERIENZA DELLA PORTA DEL PARCO

Tavola rotonda con:
Paolo Pellicioli
sindaco di Mozzo
Renato Ferlinghetti
docente di Geografia Urbana e regionale / Università degli Studi di
Bergamo / membro del Consiglio di Gestione del Parco Regionale dei Colli
di Bergamo
Francesca Forno Osservatorio Cores docente Università degli Studi di Bergamo
Marco Zonca agronomo

Coordina:
Fulvio Adobati
Vice direttore del Centro Studi sul Territorio 'Lelio Pagani'/ Università degli Studi di Bergamo
             
h 13.00
Pranzo con prodotti stagionali del Parco e con vino della Cooperativa Oikos del vigneto della Porta del Parco
h 15.00
Visita al vigneto a conversione ecologica
h 16.00
Laboratori ambientali con i bambini con gli educatori della Cooperativa Alchimia
h 18.30
Spettacolo di Lorenza Zambon 'Semi di futuro. Terza lezione per giardinieri planetari'

a seguire apericena con i prodotti del Parco dei Colli

22 Maggio ore 17.00 / ORTI DIDATTICI E EDUCAZIONE

Urban Center Bergamo

ORTI DIDATTICI E EDUCAZIONE

Outdoor learning: imparare e insegnare fuori dalla classe
Patrizia Berera Rete degli orti Botanici della Lombardia

Una questione di metodo: l' esperienza inglese.
Mara Sugni responsabile dei Servizi Educativi di Villa Carlotta / Museo e giardino Botanico

Orti e giardini per scuole che crescono: coltiviamo progetti e seminiamo conoscenza.  
Francesca Pugni  referente del progetto dell'Orto Botanico di Bergamo per la realizzazione di orti scolastici nella città di Bergamo

L'Orto Botanico come attrattore sociale: educazione ambientale, didattica, turismo, networking con gli altri spazi urbani del verde pubblico.
Gabriele Rinaldi  direttore dell'Orto Botanico di Bergamo


Coordina:
arch. Patrizia Berera

28 Maggio ore 17.00 / ESPERIENZE NAZIONALI DI AGRICOLTURA URBANA

Urban Center Bergamo

ESPERIENZE NAZIONALI DI AGRICOLTURA URBANA E RIGENERAZIONE DEL PAESAGGIO ABITATO

L'agricoltura periurbana e la rigenerazione del paesaggio abitato.
Luigino Pirola  architetto paesaggista vicepresidente nazionale AIAPP

Gli orti extra moenia di Ostuni:
la rigenerazione del paesaggio storico oltre la città murata.
Tommaso Giorgino dottore forestale socio AIAPP

L’agricoltura periurbana tra periferie e parchi a Roma:
nuove esempi di governance.
Maria Cristina Tullio Tullio architetto, presidente sezione AIAPP Lazio

L’agricoltura di Milano: esperienze di partecipazione tra produttori agricoli, decisori pubblici e cittadini
Mario Sartori architetto presidente Fondazione RCM Rete Civica Milano

‘Una cintura agricola’ a Bergamo: luoghi, percorsi e comunità.
Simone Zenoni architetto del paesaggio socio AIAPP redazione Architettura del Paesaggio

Coordina:
arch. Luigino Pirola

29 Maggio ore 17.00 / ESPERIENZE INTERNAZIONALI DI AGRICOLTURA URBANA

Urban Center Bergamo

ESPERIENZE INTERNAZIONALI DI AGRICOLTURA URBANA E RIGENERAZIONE DEL PAESAGGIO ABITATO
Antologia di progetti e buone pratiche.

a  cura di Iconemi Bg
Fulvio Adobati
Maria Claudia Peretti
Marina Zambianchi

Il parere degli Ordini professionali:
Alessandra Ferrari  Ordine Architetti
Paola Morganti  Ordine Ingegneri
Federico Blumer  Ordine Agronomi e Forestali

RELATORI
mariola peretti

Architetto

laureata a Venezia. Diploma di perfezionamento post- laurea in Storia dell’Arte medievale e moderna presso la facoltà di lettere e filosofia di Bologna. Esercita la libera professione dedicandosi con particolare attenzione al tema del paesaggio e del recupero. Da anni si occupa di politiche urbane , di partecipazione e di governance del territorio. Ha
svolto l’incarico del coordinamento scientifico dell’Urban Center di Bergamo nel biennio di start up della nuova struttura dedicata all’ in-formazione, comunicazione e partecipazione dei processi di trasformazione urbana. Ha ideato e coordina l’iniziativa “Iconemi” giunta alla VI edizione, dedicata alla lettura dei paesaggi
contemporanei. Da due anni è presidente di Italia Nostra Bergamo.
www.mariolaperetti.it

Giangi Milesi

Presidente del Cesvi

organizzazione umanitaria italiana indipendente, Fondazione di partecipazione, Ong e Onlus. E’ stato eletto il 24 ottobre 2005, dopo aver ricoperto dal 1 marzo 2000 il ruolo di Direttore dell’Unità raccolta fondi, comunicazione, educazione.
Già consulente aziendale di marketing communication, negli anni Novanta ha lavorato come volontario Cesvi ideando e dirigendo numerose iniziative di relazioni pubbliche e campagne di “pubblicità positiva”. Tra queste ultime: ‘Per un mondo a colori’ (spot educational ospitato nel settembre-ottobre 1992 da Canale 5); ‘SOS Nord Corea’ (campagna di raccolta fondi ospitata da tutte le reti televisive e i network radiofonici nel ’97 e ’98); ‘Il pianeta casa comune’ (campagna educational sulla globalizzazione, patrocinata da Pubblicità Progresso, ospitata da Rai, Mediaset, quotidiani, periodici e affissioni nel 1999 enel 2001).
Dal 1992 è direttore responsabile di ‘Cooperando’ il bimestrale che il Cesvi invia a oltre 70.000 donatori italiani dell’associazione.
È artefice di ‘Fermiamo l’AIDS sul nascere’, campagna (per prevenire la trasmissione madre-neonato dell’HIV in Africa) che nel 2001 ha trovato ospitalità gratuita sui principali mass-media italiani e, nel 2002, il sostegno di numerose aziende. In particolare di Vodafone con il lancio del SMS Solidale, operazione premiata, nel 2003, con "Sodalitas Social Award".
È vicepresidente di Agire – Agenzia Italiana di Risposta alle Emergenze; socio professionista e delegato per il Non profit della Ferpi – Federazione Relazioni Pubbliche; socio senior - e tesoriere dal 2005 al 2011 - dell’Associazione Italiana Fundraiser – Assif; pubblicista, iscritto all’Ordine dei Giornalisti.

Enrico Baccioni

Area manager

responsabile di area Cesvi - Fondazione Onlusgennaio 2012 – presente (3 anni 3 mesi)Bergamo, Italia. Desk Officer- CESVI Cooperazione e Sviluppomarzo 2010 – presente (5 anni 1 mese)Bergamo. Agricultural Technical Adviser - Program Manager Ministero degli Affari Esteri - Istituto Agronomico per l'Oltremare settembre 2001 – febbraio 2010 (8 anni 6 mesi)

Alessandro Coppola

Alessandro Coppola (Milano, 1978) é dottore di ricerca presso il Dipartimento di Studi Urbani dell'Università di Roma III. Ha svolto attività di ricerca e insegnamento presso il Politecnico di Milano, la Johns Hopkins University di Baltimore, l'Università Cà Foscari di Venezia. Fra le sue pubblicazioni: "Apocalypse Town. Cronache dalla fine della civiltà urbana", Laterza 20012. Ha collaborato con Lo Straniero, Il Manifesto, L'Unità, Radiotre e Aspenia. Ha ottenuto i premi "Feudo di Maida" (2008) e "Lo Straniero" (2012). Attualmente lavora presso il Comune di Roma ed è coordinatore di Roma Resiliente.

Marco Zonca

Agronomo

Fulvio Adobati

Ricercatore

confermato nel settore scientifico disciplinare ICAR/21-¬‐Urbanistica (S.C.08/F1--‐Pianificazione e progettazione urbanistica e territoriale) presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Bergamo. Svolge attività di ricerca presso il Centro Studi sul Territorio"Lelio Pagani" dell'Università degli Studi di Bergamo. Ha partecipato,in gruppi di ricerca dell’Università degli Studi di Bergamo, del Politecnico di Milano e dell’Università degli Studi di Milano, a studi e ricerche inerenti ai temi dell'analisi territoriale e paesistica, alla programmazione e Progettazione delle opere infrastrutturali e degli strumenti di governo delle trasformazioni territoriali. Ha partecipato a esperienze di ricerca applicata legata a strumenti di pianificazione territoriale e paesistica alla scala Territoriale e alla scala locale,privilegiando l'ambito regionale lombardo. Tiene dall’AA 2008/09 i corsi di Geografia Antropica e di Geografia dei processi e delle politiche territoriali presso i CdL in Lettere e Culture Moderne Comparate; dall’AA 2013/14 tiene il Corso integrato di Progettazione Architettonica-¬‐Composizione Architettonica e Urbana presso il Cdl in Ingegneria Edile. Ha tenuto dall’AA 2010/2011 all’AA 2012/13 il corso di Fondamenti di Geografia presso la Facoltà di Musicologia dell’Università degli Studi di Pavia-¬‐sede di Cremona.

Patrizia Berera

Architetto

PatriziaBerera, architetto libero professionista, laureata al Politecnico di Milano.
Collabora da anni con la Rete degli Orti Botanici della Lombardia.
Si occupa del coordinamento dei progetti comuni, di interpretazione del patrimonio, di allestimenti e mostre temporanee.
In particolare segue il settore dei servizi educativi e si dedica alla progettazione di percorsi per le scuole, alla conduzione di attività conclassi e gruppi, alla formazione docenti.

Mara Sugni

Laureata in biologia, da oltre 15 anni si occupa di educazione negli orti botanici. Ha lavorato a Milano, Bergamo ed attualmente gestisce i servizi educativi di Villa Carlotta, museo e giardino botanico sul lago di Como. Una borsa di studio l'ha portata a sperimentare l'approccio britannico all'interpretazione del patrimonio botanico presso Orti Botanici come i Kew Gardens di Londra ed i Royal Botanic Gardens di Edimburgo.
Collabora con la Rete degli Orti Botanici della Lombardia occupandosi di redazione di progetti soprattutto nel campo dell'educazione.

Francesca Pugni

Laureata in Lingue e letterature straniere e Progettazione e gestione dei sistemi turistici all’Università degli Studi di Bergamo, con studi e tesi in materie Demo-Etno-Antropologiche. Collabora con l'Orto Botanico “L. Rota” e con la Rete degli Orti Botanici della Lombardia. Segue il settore dei servizi educativi e dei servizi per i visitatori. Si è occupata di ricerche sul rapporto tra giovani generazioni e mondo vegetale. Attualmente è referente del progetto "Orti e giardini per scuole che crescono. Coltiviamo progetti e seminiamo conoscenza", per la diffusione nelle scuole di orti scolastici e di buone pratiche con la terra

Gabriele Rinaldi

Direttore d’Istituto Culturale (ctg. D)

del Comune di Bergamo, assegnato all’Orto Botanico ‘Lorenzo Rota’ - Museo riconosciuto dalla Regione Lombardia con apposito decreto del 2003.
Funzioni svolte: coordinamento scientifico, organizzativo e amministrativo dello staff interno ed esterno, progettazione culturale di eventi e allestimenti, coordinamento gruppi di lavoro e di ricerca, partecipazione a gruppi di lavoro coordinati da altri enti, gestione e valorizzazione delle collezioni civiche. 2002 -2012:  Co-fondatore della Rete degli Orti Botanici della Lombardia e coordinatore della stessa fino al 2008. Presidente dell’Associazione omonima nel triennio 2009-2012 , poi vice-presidente 2004-2005 e nel 2007: Nominato dalla Regione Lombardia membro esperto del gruppo di lavoro per il monitoraggio del sistema museale Dal 12/1988 al 1999: Conservatore botanico del Museo Civico di Scienze Naturali “Enrico Caffi” di Bergamo. In questa veste dapprima responsabile scientifico dell’Orto Botanico “Lorenzo Rota” di Bergamo dal 1991, poi coordinatore dello stesso dal 1993 al 1999.
In precedenza supplenze scolastiche e impieghi presso Poste Italiane, CETA Ponteggi Tubolari, CO.TI.FA. prodotti farmaceutici, Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” a Milano.
Titolo di studio: Laurea in Scienze Naturali  c/o Università degli Studi di Milano, 1987

Luigino Pirola

Architetto e Paesaggista

si laurea nel 1989 in Architettura presso il Politecnico di Milano. Si specializza nel 1994 in Architettura dei Giardini, Progettazione e Assetto del Paesaggio a Genova, dove nel 2005 consegue la laurea magistrale in Architettura del Paesaggio. Professore a contratto di Ecologia del Paesaggio Applicata al corso di laurea magistrale interateneo Milano-Torino-Genova in Progettazione delle Aree Verdi e del Paesaggio, Membro di commissioni per il paesaggio di enti parco e amministrazioni pubbliche, Vicepresidente Nazionale di AIAPP (Associazione Italiana Architettura del Paesaggio).
Dal 2000 è titolare di SAP Studio Architettura Paesaggio, che si contraddistingue per l’approccio transdisciplinare allo studio e al progetto del paesaggio. Attraverso l’Architettura del Paesaggio e l’Ecologia del Paesaggio, SAP propone studi e progetti che affrontano lastruttura e l’evoluzione dei paesaggi, evidenziandone le dinamiche, le vocazioni, le criticità e gli impatti del nuovo. SAP si occupa di analisi, progettazione e gestione del paesaggio alle varie scale, dal giardino, al parco, al piano paesaggistico.

Tommaso Giorgino

Dottore Forestale

classe 1977, Tommaso GIORGINO è laureato in Scienze Forestali ed Ambientali presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Bari, dove ha approfondito gli studi in progettazione delverde, in ecologia, pianificazione e restauro del paesaggio.
Nel 2008 si è diplomato Paesaggista presso il Dipartimento di Urbanistica e  Pianificazione del Territorio della facoltà di Architettura di Firenze.
Dal gennaio 2005 al dicembre 2008, presso il D.S.P.V. di Bari ed il Laboratorio di Geomatica Applicata “greenLab” ha svolto attività di supporto a progetti di ricerca, occupandosi di implementazione ed utilizzo di tecnologie GIS a supporto dei processi di analisi, valutazione e pianificazione del paesaggio, studi floristico-vegetazionali, progettazione, pianificazione e gestione dellearee verdi urbane e periurbane.
Iscritto all’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Brindisi, socio ordinario AIAPP, svolge la libera professione. Il suo lavoro-passione, l’interesse per il paesaggio, inteso come matrice ecologica e culturale, gli permettono di acquisire una buona esperienza con incarichi e consulenze per Pubbliche Amministrazioni, privati ed in concorsi di progettazione.

Maria Cristina Tullio

Architetto

Nasce a Caracas (Venezuela) il 6 marzo 1958 da genitori italiani, frequenta le scuole superiori a Udine e si laurea presso l'Istituto Universitario di Architettura di Venezia (I.U.A.V.) con punti 110/1 10 e lode.
È  iscritta all’Ordine degli architetti della provincia di Udine col numero 760.
Dopo la laurea partecipa per un anno ad una ricerca universitaria sull'Arsenale di Venezia diretta dal Prof. Vittorio Gregotti presso lo  I.U.A.V.
Nell'autunno dello stesso anno si trasferisce a Barcellona con una Borsadi Studio del Ministero degli Affari Esteri, per frequentare corsi di dottorato e per svolgere attività di ricerca: dal 1983 al 1988 frequentala "Escuela Tecnica Superior de Arquitectura" di Barcellona usufruendo di tre borse di studio del Ministero degli Affari Esteri (le borse corrispondono agli anni accademici 1983/84 - 1985/86 - 1987/88) e seguendo quattro diversi corsi di dottorato  e il corso di Architettura del paesaggio del prof. Elias Torres, svolgendo ricerche sul tema dello spazio pubblico a Barcellona ed in Catalogna. Dette ricerche sono state pubblicate in diversi articoli e numeri monografici di riviste italiane esoprattutto nel volume “Spazi pubblici contemporanei”.
Attualmente svolge attività professionale autonoma, con studio a Roma, nelle Marche e a Udine, sui temi del paesaggio urbano e rurale; scrive eha pubblicato articoli e ricerche su diverse riviste di settore (ha lavorato dal 1988 al 1992 con la rivista AU Arredo Urbano e ha pubblicato testi e progetti su Topos, Acer, Folia di Acer, Architettura del paesaggio); ha pubblicato diverse monografie sui temi di cui si occupa e  ha realizzato e sviluppa ricerche e consulenze per diversi Istituti di ricerca e associazioni di settore (Cresme, Serico, In Asa, Legambiente, Agenzia romana per la preparazione al Giubileo, ecc.).
Ha esposto diverse  opere nelle diverse edizioni della Biennale di architettura di Barcellona (pubblicate anche nei cataloghi  delle manifestazioni), le sue opere sono state pubblicate  anche riviste del settore e ha vinto  concorsi di architettura.

Mario Sartori

Architetto

Libero professionista, architetto, dall'aprile del 2009 è Direttore di Fondazione Rete Civica di Milano.
Si occupa di percorsi di sostenibilità ambientale con esperienze nel campo della progettazione, del coordinamento e della gestione diretta diprocessi partecipati in particolare sui temi del paesaggio, della biodiversità, della gestione acque e gestione rifiuti, di comunicazione ambientale, nonchè di coordinamento e gestione di percorsi per l'adozione di sistemi di gestione ambientale (ISO 14000, Emas), e di Valutazione Ambientale Strategica applicata alla pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale.

Simone Zenoni

Architetto

Simone Zenoni è architetto iscritto all'OAPPC di Bergamo con il N° 1005 dal 1991.
Nel 1994 si è specializzato in architettura dei giardini, progettazione e assetto del paesaggio presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Genova dove - nel 2008 - ha conseguito la laurea Specialistica in Architettura del Paesaggio.
Dedica la propria attività ai temi del paesaggio, a livello professionale, culturale e formativo, collaborando con diversi professionisti ed associazioni di settore, tra cui l'AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio) di cui è socio ordinario dal 1996.
Nel corso della propria attività professionale ha progettato e realizzato diversi giardini privati e spazi verdi urbani oltre che collaborare all'elaborazione di strumenti di pianificazione urbana e territoriale.
Dall'anno 2000 è professore a contratto per l’insegnamento di “Architettura del Paesaggio” la Scuola di Architettura del Politecnico di Milano – sede di Mantova, integrando la materia del paesaggio all'interno dei laboratori di progettazione architettonica.
Dal 2012 è membro del Comitato di Redazione della rivista “Architettura del Paesaggio” in qualità di socio delegato

Paola Morganti

Ingegnere civile

sez. Territoriale, per circa 10 anni dipendente apicale di un Parco Regionale sovra comunale; appassionata di problemi dell’ambiente e del paesaggio, dal 1997 è libera professionista e fondatrice insieme ad altri due colleghi oltre che Direttore Tecnico, diuna società di ingegneria che si occupa in particolare di consulenza e progettazione nel campo delle bonifiche, audit, monitoraggi e valutazioni ambientali, urbanistica e VAS. Si occupa anche di formazioneper i lavoratori e Sistemi di Gestione per la Qualità. Da tempo è membro di alcune Commissioni dell’Ordine Ingegneri (urbanistica, ecologia ambiente, sicurezza). E’ impegnata in modo attivo in associazioni culturali che si occupano di tutela dell’ambiente e del paesaggio e di monumenti storico-architettonici. Componente del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Bergamo dal 2013.

Federico Blumer

Federico Blumer (Bergamo, 16 dicembre 1964), si è laureato in Scienze Agrarie Indirizzo Tecnico Economico, Orientamento Pianificazione Territoriale, presso l'Università degli studi di Milano.
Iscritto dal 1995 all’Albo dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della provincia di Bergamo, è membro del Consiglio provinciale dal 2009,dove ricopre la carica di Vice Presidente dal 2012.
Svolge dal 1995 attività di Dottore agronomo libero professionista in forma associata presso Studio Alnus – Dottori Agronomi Associati, del quale è socio fondatore.
Si occupa di classificazione pedologica dei suoli, pianificazione e riqualificazione del territorio rurale, sviluppo e miglioramento strutturale delle imprese agricole, applicazione dei regolamenti comunitari in ambito rurale, estimo rurale, progettazione e gestione delverde pubblico e privato.
E’ iscritto dal 2002 all'Albo dei Consulenti tecnici d'ufficio del Tribunale di Bergamo.

Marina Zambianchi

Architetto

Nata nel 1956, laureata in architettura al Politecnico di Milano, DIAP; Master di secondo livello in tempi, politiche di qualità urbana e mobilità sostenibile presso il Politecnico di Milano; dottorato di ricerca in spazi e tempi urbani della città e del territorio presso l’Università degli studi di Brescia – DICATA.
Sposata e mamma, lavora presso il Comune di Bergamo dal 1984, ricoprendo di volta in volta posizioni differenti, principalmente legate alla pianificazione urbana. Ha redatto in collaborazione con il Politecnico di Milano il Piano Territoriale degli Orari della Città di Bergamo. E’ co-progettista  del Piano di Governo del Territorio del Comune di Bergamo vigente.
Oggi, in qualità di Responsabile del Servizio sviluppo territoriale e politiche della Casa - Direzione Urbanistica- Area Politiche del Territorio, si occupa di progettazione strategica territoriale e pianificazione integrata degli spazi e dei tempi della città, progettazione di  servizi innovativi territoriali con particolare attenzione all’housing sociale.

Renato Ferlinghetti

Ricercatore

presso l’Università degli Studi di Bergamo, insegna geografia urbana e regionale e svolge attività di ricerca presso il CST  “Lelio Pagani” sui temi dell’analisi naturalistica e della pianificazione territoriale e paesistico-ambientale. È autore di numerose pubblicazioni relative a fitogeografia, paesaggio, aree protette e sostenibilità dello sviluppo.

Francesca Forno

Ricercatrice

E’ricercatrice di Sociologia Generale presso l'Università degli studi di Bergamo dove insegna Fondamenti di sociologia e Sociologia dei consumi.
Si occupa di partecipazione politica con particolare attenzione alla protesta e ai movimenti sociali. Negli ultimi anni Il suo interesse di ricerca si è concentrato sul diffondersi del consumo critico come nuova forma di partecipazione dei cittadini alla vita politica. È co-fondatrice dell’Osservatorio CORES (Gruppo di ricerca  su Consumi, reti e pratiche di economie sostenibili – Università di Bergamo www.unibg.it/cores) e condirettrice della rivista  "Partecipazione e Conflitto"

Alessandra Francesca Ferrari

Architetto

Iscritta all’Albo degli Arch. di Bergamo al n°1294 dal 1991 Progettista, direttore dei lavori, esperta assicurazione qualità Dopo la laurea in architettura conseguita a Venezia ha mosso i primi passi nella sede di Verona  dello studio italo svizzero ‘Archintegral’ collaborando alla stesura della biblioteca dell’università di Berna.

E’ alla Austin Italia (engeneering di casa madre americana con sede a Milano) che si è formata  come progettista e responsabile di progetto edha lavorato per  importanti realtà imprenditoriali quali Agusta elicotteri, Areoporti di Roma, Beretta, Banco di Roma, Istituto Italiano Fermenti (gruppo Yomo), Ras, Gore-tex, Effegi style  ed.
Ha collaboratocon Archos srl (Bergamo) ove ha svolto mansioni direzionali nel senso più ampio del termine: gestione ed organizzazione dello studio, progettazione e  gestione dei progetti dal contatto col cliente (privatoo amministrazione pubblica), cantiere, assicurazione e controllo qualità come rappresentante della direzione. Dal 2011 è associata dello studio Carzaniga Ferrari Architetti di Bergamo.

LEGGI LE PUBBLICAZIONI ICONEMI 2010/2016

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Suspendisse varius enim in eros elementum tristique. Duis cursus, mi quis viverra ornare,.

CLICCA QUI