RELATORI 2017

in ordine di partecipazione

emanuela casti
Dal 2001 è Professore presso l'Università degli Studi di Bergamo, dove dirige il Centro Studi sul Territorio (CST). Ha formalizzato una teoria semiotica estesa anche alla cybercartography. Le sue ricerche riguardano sia il contesto storico (cartografia preistorica in Valcamonica; rinascimentale della Repubblica di Venezia; coloniale italiana e francese in Africa) che quello contemporaneo (protezione ambientale, governance e rigenerazione urbana). Ha pubblicato un centinaio di opere, in italiano, francese e in inglese, tra cui i volumi: L'ordine del mondo e la sua rappresentazione, 1998; Le Parc National d'Arly et la falaise du Gobnangou (Burkina Faso), 2009; Reflexive Cartography, A New Perspective on Mapping, 2015.

mariola peretti

Architetto e ideatrice di Iconemi.
Da anni si occupa di politiche urbane, di partecipazione e di governance del territorio. Ha svolto l’incarico del coordinamento scientifico dell’Urban Center di Bergamo nel biennio di start up della nuova struttura dedicata all’informazione, comunicazione e partecipazione dei processi di trasformazione urbana. Esercita la libera professione dedicandosi con particolare attenzione al tema del paesaggio e del recupero. Ha tenuto numerose conferenze e lezioni in ambito universitario.
Laureata a Venezia. Diploma di perfezionamento post-laurea in Storia dell’Arte medievale e moderna presso la facoltà di lettere e filosofia di Bologna.

claudio cecchinelli

Nato il 23/08/1967 a Crema, solo per questioni ospedaliere, appartiene ad una famiglia di Vailate, nella Gera d’Adda, e porta nel DNA i caratteri della persona di pianura. Cresciuto a Bergamo, dove ha compiuto gli studi di ragioniere, fino alla laurea in economia e commercio. Ha imparato ad amare la sua terra adottiva, tanto vicina eppure così diversa da quella di origine.
Dal 1993 al 2015 ha ricoperto diversi incarichi come funzionario della Provincia di Bergamo, dedicandosi per 16 anni alla gestione e programmazione dell’istruzione secondaria superiore e fra il 2011 e il 2014 all’Expo di Milano. Nel febbraio 2015 ha iniziato l’attuale esperienza lavorativa presso la Direzione Cultura del Comune di Bergamo. Guida turistica abilitata dal 1999, è stato relatore e docente in numerosi convegni, seminari e corsi dedicati al mondo della scuola, del marketing territoriale e del turismo. Ha diverse esperienze nel volontariato e al momento è Capo Delegazione di Bergamo del FAI - Fondo Ambiente Italiano.

giovanni semi

Giovanni Semi è professore associato di Sociologia all’Università di Torino. Nelle sue ricerche si è occupato di fenomeni migratori, mutamenti della struttura sociale italiana e trasformazioni urbane. Tra i suoi ultimi lavori, Gentrification. Tutte le città come Disneyland? (il Mulino 2015) e Fronteggiare la crisi. Come cambia lo stile di vita del ceto medio, con Roberta Sassatelli e Marco Santoro (il Mulino 2015).

maria mencaroni zoppetti

Nata a Perugia il 2 maggio 1945, dopo gli studi classici si è laureata in Filosofia Morale presso l’università della stessa città con una tesi su “L’ermeneutica come interpretazione in Paul Ricoeur”. Abilitata all’insegnamento di Lettere, Storia e Filosofia ha intrapreso la docenza presso gli istituti superiori della città e della provincia di Perugia, attività che ha poi continuato a Bergamo dopo il suo trasferimento. Entrata a par parte dell’Ateneo di Scienze Lettere ed Arti di Bergamo nel 1997, è stata eletta Presidente nel 2006 e ricopre ininterrottamente la carica sino ad oggi. Dal 2008 è Vicepresidente della Fondazione Bergamo nella Storia e ha guidato il Comitato scientifico e culturale per la realizzazione del Museo del ‘500 in Palazzo del podestà.
Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, e la curatela delle edizioni dell’Ateneo. Si segnalano solo alcune attinenti la storia sociale, economica, culturale della città e della provincia.
- Nel segno della tigre, Bergamo incontra il Novecento, Edizioni dell’Ateneo 2017
- Lontano dal centro, Edizioni dell’Ateneo, Edizioni dell’Ateneo 2017
- Sembrava tutto grigioverde. Bergamo e il suo territorio negli anni della Grande Guerra, Edizioni dell’Ateneo 2015
- Futuro. BG, Edizioni dell’Ateneo2014
- Quella nota antica nella Bergamo del Novecento: dal monastero di Santa Marta alla Banca Popolare di Bergamo, edizioni dell’Ateneo, Bergamo 2009
- D’erbe e piante adorno, per una storia dei giardini a Bergamo, percorsi tra paesaggio e territorio, a cura di Fondazione per la storia economica e sociale di Bergamo, Bergamo 2008
- Un castello dipinto: Malpaga, in Castra Bergomensia, Edizione Provincia di Bergamo, Bergamo 2004
- L’Ospedale nella città. Vicende storiche e architettoniche della Casa Grande di S. Marco, in Storia della sanità a Bergamo, a cura di Fondazione per la storia economica e sociale di Bergamo, Bergamo 2002
- Evoluzione di un luogo urbano Dal Convento delle Grazie al Credito Bergamasco, Edizioni dell’Ateneo 2001
- Sul Teatro Sociale di Bergamo, in Atti dell’Ateneo vol. LXIV, anno accademico 2000-2001, Bergamo 2002

fulvio adobati

Docente di Culture e politiche territoriali e di Composizione Urbana all’Università degli Studi di Bergamo, svolge attività di ricerca e ricerca applicata nel campo delle politiche e degli strumenti di Pianificazione/Programmazione del territorio.
Prorettore delegato ai Rapporti con enti e istituzioni pubbliche del territorio dell’Università degli Studi di Bergamo. Referente per l’Università degli Studi di Bergamo della rete europea delle Università UNISCAPE dedicata all’implementazione della Convenzione Europea del Paesaggio http://www.uniscape.eu, coordinatore del Tavolo per lo sviluppo e la competitività di Bergamo_Attrattività territoriale_istituito a seguito della Regional Review OCSE.
Tra le attività in corso si segnalano (con Regione Lombardia): il Piano d’Area della Franciacorta, le valutazioni ambientali strategiche del Piano Territoriale Regionale e del Programma regionale di sviluppo del settore commerciale.
https://unibg.academia.edu/FulvioAdobati.

luca tamini

Docente strutturato del Laboratorio di Urbanistica e del corso di Progettazione urbanistica di strutture commerciali presso la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano, Ph.D. in Pianificazione territoriale ed ambientale, è responsabile del Laboratorio di ricerca URB&COM - Urbanistica e Commercio del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani e co-direttore del corso di alta formazione "Programmare, progettare e gestire spazi commerciali" promosso dalla Fondazione Politecnico e Confimprese.

antonella bruzzese

Architetto e urbanista, è professore associato presso il Politecnico di Milano, dove insegna Urbanistica e Urban Design.
Si interessa delle forme del progetto urbano con particolare attenzione per le sue intersezioni con le politiche urbane, le strategie comunicative, le pratiche artistiche e partecipative. Ha insegnato presso la Naba di Milano e la Facoltà Cattolica di Brescia e ha fatto consulenze nel campo della pianificazione e progettazione urbana. Suoi saggi sono stati pubblicati su riviste di settore e in libri collettanei. Tra le sue pubblicazioni recenti: Spazio pubblico e attrattività urbana, Bruno Mondadori 2016 (con G. Gerosa e L.Tamini); Addensamenti creativi, trasformazioni urbane e Fuorisalone, Maggioli 2015; Governare i territori della dismissione (with A. Arcidiacono, L.Gaeta, L.Pogliani) Maggioli 2015; Servizi commerciali e produzioni creative. Sei itinerari nella Milano che cambia, Bruno Mondadori, Milano 2014 (con L.Tamini).

gianni carullo

Iscritto all'Università di Venezia e poi di Torino si laurea in storia moderna e contemporanea. Nel corso degli anni Sessanta e Settanta partecipa alle attività del Gruppo di Impegno di Città Alta che hanno come obiettivo l'opposizione alle dirompenti modificazioni della composizione sociale del centro storico e dei Borghi cittadini. Queste posizioni politiche e culturali si consolideranno quando, eletto nel Consiglio comunale (1975 / 1990) svolgerà il ruolo di Presidente dalla Commissione Urbanistica e, successivamente, quello di poi di Vice presidente del Parco Regionale dei Colli. Dal 1990 collabora con l'Associazione Nazionale dei Centri - Storico Artistici, come rappresentante del Comune di Bergamo, ed ora fa parte del gruppo di lavoro sulla condizione attuale dei centri storici italiani. Attento osservatore della vita sociale ed amministrativa della Città ha pubblicato alcuni testi sulla storia politica del Consiglio e del Palazzo comunale della Città.

alessandro coppola

Alessandro Coppola insegna sociologia urbana presso il Politecnico di Milano ed é un esperto del programma Urban Innovative Actions dell'Unione Europea. Fra le sue pubblicazioni "Apocalisse Town. Cronache dalla fine della civiltà urbana", Laterza, 2012.

matteo colleoni

Professore associato in Sociologia dell’Ambiente e del Territorio, Matteo Colleoni è docente di Politiche Urbane presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca e di Sociologia Urbana presso la Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova. Mobility Manager dell’Università di Milano Bicocca, ha svolto attività di docenza e di ricerca presso la Shanghai University, la Libre Université di Bruxelles e il Luxembourg Institute of Socio-Economic Research. I suoi temi di studio e ricerca riguardano la mobilità urbana e le trasformazioni metropolitane, le politiche urbane e dei trasporti, l’accessibilità spazio-temporale e l’esclusione sociale. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Muoversi in città. Accessibilità e mobilità nella metropoli contemporanea. Franco Angeli, Milano (2012); La città attraente. Luoghi urbani e arte contemporanea. Egea, Milano (2014); Understanding Mobilities for Designing Contemporary Cities, Springer International Editor (2016) (eds. con Pucci P).

filippo simonetti

Architetto libero professionista. Sono stato funzionario e dirigente pubblico; dal '95 ho scelto la professione, progettando sia architetture che piani urbanistici e territoriali in varie zone d’Italia, affiancandovi un continuo impegno civico con diversi ruoli nella politica bergamasca. Attualmente promuovo progetti pilota di rigenerazione urbana. Sono consulente per gli aspetti urbanistici di Tenaris Dalmine SpA, Presidente di Tranvie Elettriche Bergamasche (TEB), coordino il dossier "Attrattività del Territorio " per la cabina di regia di Comune, Provincia, CCIAA, Università di BG, Ubi Banca, Sindacati.
Alcuni miei interventi: 1996 Piano Territoriale della Provincia di Ragusa, 1998 Studio di fattibilità per la riconversione della base Nato di Comiso, 2000 Piani particolareggiati di Opicina e di Basovizza (Ts), 2001 Palestra in legno a Castione d.P. (Bg), 2004 Piano delle coste della scogliera ionica salentina (Le), 2008 Edificio geotermico in cemento bianco in Bergamo, 2009 Contratto di quartiere di Zingonia (Bg), 2013 Ricostruzione edificio di 6 piani in Bergamo, 2015 Progetto di riqualificazione dei paesaggi costieri di Taviano, Racale, Alliste (Le), 2015 Progetto di recupero aree degradate di Zingonia (Bg).

andrea macchiavelli

È docente di Economia del Turismo presso il corso di laurea magistrale dell’Università di Bergamo. E' stato per quasi 20 anni direttore del CeSTIT (Centro Studi per il Turismo e l'Interpretazione del Territorio dell'Università di Bergamo), successivamente confluito nel CST.
E' responsabile scientifico del Dipartimento Turismo di Gruppo Clas di Milano ed è membro attivo dell'AIEST (Association Internazionale d'Experts Scientifiques du Tourisme). Ha pubblicato numerosi saggi su riviste scientifiche nazionali e internazionali e partecipa frequentemente ad attività congressuali in Italia e all'estero.

paolo polettini

Paolo Polettini è sociologo, docente ordinario di Sociologia della religione e di Sociologia dei Processi Culturali presso istituto Studi Superiori Religiosi di Mantova, Facoltà di Teologia dell'Italia Settentrionale con sede a Milano. E' tra i fondatori di Festivaletteratura e membro del Comitato Organizzatore. Ideatore di Mosaicoscienze. E' membro della redazione scientifica della collana Laboratorio Sociologico, Franco Angeli editore. Si è occupato di sociologia delle professioni della cultura, del turismo, della produzione tessile, della cucina, di sociologia della condizione giovanile, del comportamento religioso e della formazione, della salute e dei servizi sociali. Tra le sue pubblicazioni La scuola per prova, (Angeli,1995), Di terra e di acqua (Angeli,1997), Pellegrini alle Grazie (2005), La salute dei mantovani (Angeli,2011), Il sistema cultura in Storia di Mantova (Tre Lune, 2012).

annarosa buttarelli

Annarosa Buttarelli, filosofa e docente universitaria, insegna Ermeneutica filosofica e Filosofia della storia all’Università di Verona, dove è anche ideatrice e responsabile scientifica del Master di II livello in Consulenza filosofica di trasformazione. Dal 1988 è parte della comunità filosofica Diotima di Verona ed è tra i fondatori del Festivaletteratura di Mantova, sua città di origine. Dirige due collane editoriali, presso Moretti&Vitali: Pensiero e pratiche di trasformazione e María Zambrano - Corrispondenze. L’8 marzo del 2016 è stata insignita del Premio Arte, Sostantivo femminile, presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, un riconoscimento ai suoi «[…] studi sulla differenza femminile e sul ruolo delle donne nella società [che hanno permesso di tracciare] una nuova via filosofica e politica tra potere e comprensione dell’universo [femminile]». È autrice di numerosi saggi e monografie ed ha curato varie collettanee e traduzioni di opere di María Zambrano, di cui è una delle principali studiose in Italia. La sua ultima monografia è Sovrane. L’autorità femminile al governo, il Saggiatore, Milano 2013, alla seconda ristampa e di cui è annunciata una riedizione accresciuta nei primi mesi del 2017. La sua riflessione sulla necessità di ripensare le pratiche e l’autorità di governo alla luce della radice e del sentire femminile ha dato forma ad una rete di relazioni, punto di partenza di una Scuola di politica per donne di governo, di alta formazione.

roberto naccari

Nato a Rimini. Laureato all'Università degli Studi di Bologna, facoltà di Scienze Politiche. Dal 1993 al 2008 è fondatore e coordinatore del Circolo Cinematografico "Hellzapoppin'" di Rimini. Dal 1995 al 2004 è direttore organizzativo del Festival Internazionale del Teatro in Piazza di Santarcangelo. Dal 1997 al 2013 realizza in qualità di regista due cortometraggi e cinque documentari. Nel 2000 fonda l'Associazione Riminiteatri (Associazione degli operatori teatrali della provincia di Rimini) che presiede dal 2000 al 2002 e dal 2004 al 2006. Tra il 2005 e il 2007 lavora nell'ambito della produzione cinematografica in svariati cortometraggi e fiction televisive. Dal 2008 al 2012 è direttore organizzativo del Festival delle Nazioni di Città di Castello. Dal 2011 al 2015 è Presidente di Santarcangelo dei Teatri. Dal 2012 è consigliere direttiva di Italiafestival. Nel 2013 fonda il Circolo Cinematografico Dogville con il quale gestisce il Teatro Supercinema di Santarcangelo. Dal 2014 al 2015 è Direttore artistico del Bellaria Film Festival. Dal 2015 è direttore dell'Associazione Santarcangelo dei Teatri e direttore generale del Festival di Santarcangelo.

mario salvi

Il Dr. Mario Giovanni Salvi è nato a Bergamo il 31 marzo 1956. E’sposato con Micheline e ha due figli, Antonio di 22 anni e Gian Paolo di 20.
Nel 1981 ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia, a pieni voti. Nel 1984 la Specializzazione in Endocrinologia con lode, presso l'Università di Parma. Nel 1989 la Specializzazione in Medicina Nucleare presso l'Università di Bologna.
Dal 1985 al 1988 è stato Research Fellow a McGill University, Montreal, Canada come vincitore di una Borsa di Studio del Governo Canadese. Dal 1989 al 1991 è stato Visiting Assistant Professor, Department of Medicine, McGill University, Montreal, Canada e Endocrinologo presso il Montreal General Hospital. Dal 1991 al 2006 è stato Visiting Adjunct Professor presso McGill University.
Dal 1992 è Professore a Contratto presso la Scuola di Specializzazione in Endocrinologia dell'Università di Parma.
Nel 2001 è stato Ricercatore Universitario presso la Cattedra di Endocrinologia dell’Università di Parma.
Dal 2002 al 2011 ha lavorato con un Contratto di Insegnamento e Ricerca all’Istituto di Scienze Endocrine dell’Università di Milano. Dal 2012 ha un contratto come Consultant Professional presso la Fondazione Cà Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, IRCCS.
Nel 2002 ha costituito ed è responsabile del Centro Orbitopatia Basedowiana presso l’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano che ha ricevutoi seguenti accrediti:
- dal 2005 Centro accreditato del European Group on Graves’ Ophthalmopathy (EUGOGO) - Associazione Europea della Tiroide.
- dal 2012 Centro di eccellenza della Fondazione Ca' Granda, Ospedale Maggiore Milano.
- dal 2012 Centro di riferimento per la regione Lombardia.
Dal 2002 è titolare di uno Studio Medico Associato Specialistico in Bergamo. Ha vinto numerose Borse di Studio e Premi Scientifici in Italia e all’estero. E’ membro delle più importanti Società Scientifiche Endocrinologiche Italiane e Internazionali. E’ membro dell’Editorial Board del Journal of Endocrinology and Metabolism, e del Journal of Endocrine Society, riviste ufficiali della American Endocrine Society. E’ anche revisore scientifico di innumerevoli riviste scientifiche internazionali di endocrinologia, immunologia e oftalmologia.
Il dr. Salvi è autore di oltre 190 pubblicazioni su riviste internazionali, citate ripetutamente su riviste endocrinologiche e immunologiche di tutto il mondo, e di 34 capitoli su libri di testo internazionali. E’ inoltre autore di 240 comunicazioni scientifiche, di cui circa 65 ad invito, a congressi nazionali e internazionali. E’ attualmente Center Leader per l’Università di Milano di un progetto di ricerca internazionale finanziato dalla Comunità Europea, FP7-IAPP Marie Curie denominato INDIGO, insieme alle Università di Cardiff, Essen e a 2 partner industriali Parco Tecnologico padano –Lodi e Cultech Ltd. – Cardiff per gli anni 2014-2018. E’ anche promotore e principal investigator di numerosi studi clinici finanziati da Fondazione Cà Granda di Milano, River Vision Inc., Glaxo Smythe & Kline, USA e Roche Ltd.
E’ Socio Fondatore del Festival di divulgazione scientifica BergamoScienza dal 2003 e ne è Presidente dal 2013.

marina zambianchi

Nata nel 1956, laureata in architettura al Politecnico di Milano, DIAP; Master di secondo livello in tempi, politiche di qualità urbana e mobilità sostenibile presso il Politecnico di Milano; dottorato di ricerca in spazi e tempi urbani della città e del territorio presso l’Università degli studi di Brescia – DICATA. Sposata e mamma, lavora presso il Comune di Bergamo dal 1984, ricoprendo di volta in volta posizioni differenti, principalmente legate alla pianificazione urbana orientata allo sviluppo sostenibile e alla costruzione partecipata delle politiche di governo del territorio. Ha redatto in collaborazione con il Politecnico di Milano il Piano Territoriale degli Orari della Città di Bergamo. E’ co-progettista del Piano di Governo del Territorio del Comune di Bergamo vigente. E’ Responsabile dell’Urban Center di Bergamo dalla sua attivazione.
Oggi, in qualità di Responsabile del Servizio Pianificazione urbanistica e Politiche della Casa – Area Politiche del Territorio, si occupa di progettazione strategica territoriale e pianificazione integrata degli spazi e dei tempi della città, progettazione di servizi innovativi territoriali con particolare attenzione all’housing sociale.

christophe sanchez

È nato a Parigi nel ’64 poco dopo che i genitori, francesi, avevano lasciato l’Algeria divenuta indipendente. Cresce a Lerici dove la famiglia si era trasferita per lavoro, poi si sposta a Roma e inizia a lavorare col padre come mediatore di cereali. A 22 anni torna in Francia per il militare. Viene decorato con la medaglia di bronzo per comportamento esemplare. Rientra in Italia ma dopo un anno riparte per fare l’allevatore di cavalli oltralpe. Vuole aprire un maneggio e ha bisogno di un socio. Conosce Sergio Japino, marito di Raffaella Carrà, che per metterlo alla prova e gli chiede di lavorare con lui in televisione. Entra in Mediaset come segretario di redazione, in realtà scrive per gli autori. Lavora con la Carrà, Jonny Dorelli e per 4 anni con Antonio Ricci a Striscia la Notizia, Audience e Paperissima. Diventa un autore storico di Scherzi a parte. Nel ’99 fonda due start up, Tesionline e Punto it. Nel 2001 segue Gori a Magnolia e per 10 anni sarà l’autore di punta di Camera Café. Riprende in mano la sua azienda e tenta di recuperare una piantagione di caffè in Ghana. Mentre sta tornando dall’Africa, Gori, sceso in politica, lo richiama. È sposato con una donna che ha incontrato a 17 anni e l’ha seguito in tutte le sue vite.

Bergamo
Urban Centre
6 / 7 / 9 / 12 / 13 / 16
giugno
entrata libera